Minimali contributivi 2013

I MINIMALI CONTRIBUTIVI 2013 DI ENPALS E DI VINYLISTIC

Logo INPS ex ENPALS 460

Il minimale di retribuzione giornaliera imponibile è il valore minimo che per legge deve essere rispettato per  il calcolo dei contributi da versare anche in caso di nessun reddito effettivo. Il contributo minimo è sempre da versare, tranne che per alune categorie di musicisti.

Infatti la retribuzione base, per l’assolvimento degli obblighi contributivi di legge, non può essere inferiore all’importo delle retribuzioni stabilito da leggi, regolamenti, contratti collettivi.  Anche i datori di lavoro non aderenti, neppure di fatto, alla disciplina collettiva posta in essere dalle organizzazioni sindacali sono obbligati, nel versare la contribuzione previdenziale, al rispetto dei trattamenti retributivi stabiliti dalla disciplina collettiva. Sul punto, la legge ha chiarito che in caso di pluralità di contratti collettivi intervenuti per la medesima categoria, la retribuzione da assumere come base per il calcolo dei contributi previdenziali è quella stabilita dai contratti collettivi stipulati dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro  più rappresentative nella categoria.

Questo principio comporta che il versamento dei contributi previdenziali sia commisurato alla retribuzione dovuta per contratto se superiore a quella di fatto corrisposta.  Questi   limiti debbono essere rivalutati annualmente in base all’andamento dell’ indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati, rilevato dall’ ISTAT.

MISURA PER L’ANNO 2013 ( Circolare numero22 dell’ 8 Febbraio 2013)

Poiché è stato accertato dall’Istat che, nell’anno 2012, la variazione percentuale ai fini della perequazione automatica delle pensioni è stata pari al 3% (3), si riportano nelle tabelle A e B (v. allegato 1) i limiti di retribuzione giornaliera rivalutati, a valere dal periodo di paga in corso all’ 1.1.2013.

Si ricorda che tali limiti devono essere ragguagliati, qualora dovessero essere d’importo inferiore, a € 47,07 pari a € 15,54 di versamento minimo.

Il Consiglio direttivo già al termine del suo prima anno di attività a fine 2010 ha deciso di aumentare il minimo contributivo al quale si esibiscono gli associati di Vinylistic portandolo ad una cifra più decorosa di € 60 . Per questa ragione l’imponibile minimo per le nostre agibilità emesse è di 60 € che comportano 19,8 € di contributi sempre versati come da listino.