SIAE: COME E QUANDO SI PAGA IL DIRITTO D’AUTORE NEGLI EVENTI PRIVATI

SIAE: COME E QUANDO SI PAGA IL DIRITTO D’AUTORE NEGLI EVENTI PRIVATI

Parma, 20 Giugno 2019 – L’estate é sempre il periodo dell’anno dove si organizzano più eventi e dove la musica diventa vera protagonista: colonna sonora del tempo libero di tutti, sia di quelli che vanno in vacanza che di quelli che rimangono nelle città.

Tanti sono gli eventi privati da festeggiare dove Djs e musicisti si esibiscono, impreziosendo le serate con la loro cultura musicale e professionalità per dare a tutti gli invitati un momento di divertimento, e magari un positivo ricordo.

Anche negli eventi privati quali feste aziendali, feste private, ricorrenze, feste di laurea, compleanni e matrimoni quando si riproduce musica depositata e tutelata dalla Società Italiana Autori ed Editori é corretto richiedere un permesso per la riproduzione in pubblico e pagare il diritto d’autore.

Vediamo quali sono le tariffe e come poter ottenere questi permessi per poter organizzare nel modo corretto ogni evento privato.

La SIAE é dunque la società che tutela i diritti degli autori e degli editori.


CHI PAGA LA SIAE? 

Il permesso é sempre a carico dell’organizzatore non del Dj o del musicista che si esibisce. Rivolgendosi all’ufficio SIAE territoriale -la società utilizza il principio geografico per il quale un permesso per una festa a Genova va richiesto all’ufficio di Genova- l’organizzatore richiederà e pagherà in anticipo il diritto ricevendo il permesso ed il borderò musicale da far compilare al direttore dell’esecuzione.  Lo stesso borderò verrà riconsegnato dal titolare del permesso alla SIAE.

L’artista per poter firmare il borderò sappiamo che ha l’obbligo di avere l’agibilità INPS Ex-Enpals, tranne per alcuni musicisti che possono rinunciare il diritto contributivo, solo in alcuni casi (per saperne di più clicca qui).


QUANDO E’ NECESSARIO IL PERMESSO SIAE?

Quando si organizza un evento in cui viene riprodotta in pubblico musica tutelata dal diritto d’autore é richiesto il permesso, anche se l’evento ha carattere gratuito ad invito.

La Siae si paga ogni qualvolta si organizza un evento o una festa privata a cui partecipano delle persone, anche se ad ingresso gratuito. Quello che alla società di autori interessa è l’esecuzione pubblica della musica di proprietà altrui, indipendentemente dal fatto che si tratti di una festa in un ristorante, in un piano bar o in discoteca.

Per «festa privata» SIAE intende «i festeggiamenti a carattere privato in luoghi diversi dalla propria abitazione offerti da privati e riservati ai propri invitati, nel corso dei quali avvengono esecuzioni di brani musicali appartenenti al repertorio Siae – Divisione Musica».


LE TARIFFE PER LE FESTE PRIVATE

Le tariffe sono diverse rispetto a due parametri: il numero degli invitati e la tipologia di evento.

Compleanno: € 79 senza limiti per il numero d’invitati. La tariffa é però destinata solo a patto che il titolare del permesso sia il festeggiato e genitore del figlio minorenne. L’evento deve tenersi max 15 giorni prima o dopo la data del compleanno

Matrimonio: € 199 fino a 200 invitati mentre si arriva a € 299 se sono oltre 200. Nel caso l’intrattenimento venisse svolto da un DJ con supporti fonografici (vinili, cd, memorie, ecc)

A questa cifra vanno aggiunti i diritti connessi spettanti ai produttori dei supporti. Per un compleanno € 24 a prescindere dal numero degli invitati; per feste private € 34 fino a 200 invitati e € 54 euro oltre i 200 invitati; per un matrimonio bisogna invece aggiungere € 79 fino a 200 ospiti e € 119 oltre i 200.

 

 

 

Now Reading:
SIAE: COME E QUANDO SI PAGA IL DIRITTO D’AUTORE NEGLI EVENTI PRIVATI
4 minutes read
Search Stories