VINYLISTIC SCHOOL 004 – IL SUONO SI TRASMETTE DALLA PUNTINA ALL’AUTOPARLANTE

VINYLISTIC SCHOOL 004 – IL SUONO SI TRASMETTE DALLA PUNTINA ALL’AUTOPARLANTE
#VinylisticSchool Episodio-004 il suono si trasmette dalla puntina all’autoparlante
 
In questa rubrica settimanale cercheremo di raccontarvi come è nato e come si è evoluto il giradischi, come funziona, come sceglierlo, gli strumenti e il mondo dei DJ, cosa serve per allestire un impianto, come gestire i propri vinili e vivere al meglio questa esperienza d’ascolto.
 
La parte più importante di un giradischi é la puntina fonorivelatrice che trasforma le vibrazioni create dai solchi sul disco in segnali elettrici. La puntina é fatta di diamante o di zaffiro e passa il segnale alla testina, un minuscolo generatore elettromagnetico.
Lo stilo sporge dalla parte inferiore della testina che é collegata al braccetto. Sull’altra estemità del braccio c’è un contrappeso che permette un appoggio delicato sul vinile.
 
Il segnale elettrico viene poi inviato ad un mixer per modulare il timbro del suono, poi ad un amplificatore che lo manda poi ad un autoparlante per essere riprodotto. Le vibrazioni delle membrane degli autoparlanti si trasformano in onde sonore che comunicano con l’aria circostante e riproducono i suoni registrati.
Now Reading:
VINYLISTIC SCHOOL 004 – IL SUONO SI TRASMETTE DALLA PUNTINA ALL’AUTOPARLANTE
1 minutes read
Search Stories