F.A.Q.

SCOPRI ALCUNE DELLE RISPOSTE ALLE DOMANDE PIU’ FREQUENTI CHE CI VENGONO POSTE NELLA NOSTRA OPERA DI CONSULENZA

Perché iscriversi a Vinylistic?

Vinylistic è una associazione culturale nata da Djs per i Djs e in generale tutti gli artisti/tecnici che sono soggetti all’ente di previdenza dello spettacolo INPS Ex-ENPALS. Il nostro scopo è quello di essere informati sulle leggi che regolano il nostro lavoro e fare cultura tra i soggetti che operano nel campo dell’intrattenimento per migliorare il mercato e l’offerta verso il pubblico. Lavoriamo seriamente assistendo i singoli ma facendo cultura per migliorare tutta la categoria. Vinylistic cerca di tutelare i diritti dei propri associati, di portare alla luce le problematiche del mercato trovando soluzioni grazie alla grande esperienza sul campo fatta di consulenza vera e diretta. Vinylistic non è una casa editrice, non è un’etichetta discografica, è la seria consulenza che hai sempre cercato.

Come iscriversi a Vinylistic?

Puoi iscriverti compilando la domanda d’iscrizione tramite l’apposito modulo che trovi sul nostro sito. Una volta compilato puoi incontrare i nostri amministratori nella città di Parma, sede dell’associazione, oppure scannerizzarlo e rimandarlo via mail a info@vinylistic.it . Insieme alla domanda va fatto il pagamento della quota annuale – per contanti agli amministratori o via bonifico bancario al conto corrente dell’associazione specificato nel modulo d’iscrizione- e inviate copie del documento d’identità e del codice fiscale.

Cosa comprende la quota annuale?

La quota annuale di € 20 per le persone fisiche (€ 50 per le persone giuridiche) comprende prima di tutto la consulenza telefonica e via mail sulla parte previdenziale, fiscale e di diritto del lavoro; l’aggiornamento della parte normativa e di notizie interessanti; gli inviti ai seminari dell’associazione; la possibilità di usufruire dei canali privilegiati per convenzioni e sconti commerciali dedicati ai nostri associati. Comprende questo sito su cui sei ora.

Ogni anno si è obbligati al versamento della quota?

La qualità di associato rimane fino al recesso dello stesso o all’espulsione per fatti che il consiglio dovesse ritenere gravi o lesivi dell’immagine dell’associazione stessa. La quota è da rinnovare al primo servizio erogato nell’anno solare da parte dell’associazione.

Cos’è e perché è importante immatricolarsi all’ INPS Ex-ENPALS?

E’ l’ente di previdenza degli artisti dello spettacolo e tutela tutti i lavoratori che svolgono le tipologie di lavoro sia che lo si faccia come professionisti o lavoratori occasionali. Non serve avere partita IVA e l’immatricolazione è simile al codice fiscale: vitalizia e GRATUITA. Vinylistic è riconosciuta dall’ente e può farti avere il tuo numero di matricola secondo la tua qualifica e così aprirti una posizione contributiva necessaria per ottenere l’agibilità.

Nota : Ai sensi dell’art. 21 del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, l’ENPALS è soppresso e le sue funzioni sono trasferite all’INPS. In attesa dell’emanazione dei decreti che disciplinano il trasferimento delle risorse strumentali, umane e finanziarie dall’ENPALS all’INPS, il soppresso ENPALS continua ad espletare le attività connesse ai propri compiti istituzionali.

Cos’è l’agibilità?

E’ il certificato che ti permette di lavorare nel rispetto della legge sul diritto del lavoro artistico dove un datore di lavoro “assume” un lavoratore dello spettacolo. Al suo interno ci sono i dati sensibili del lavoratore, del luogo dove si esibisce, la data e soprattutto l’imponibile lordo pattuito. (Clicca e guarda un certificato di agibilità tipo)

L’agibilità può essere annullata?

Certamente se un evento salta per giusta causa o se un artista è impossibilitato ad esibirsi si può annullare un certificato di agibilità, contattaci rispetto alla tua fattispecie e ti spiegheremo le modalità.

Serve sempre l’agibilità per esibirsi?

I DJ sono una categoria sempre soggetta al pagamento dei contributi per le loro esibizioni che ci sia o meno il percepimento di un reddito, per cui serve sempre l’agibilità. Diverso per alcuni tipi di musicisti che possono essere esentati secondo la circolare ENPALS numero 2 del 2008, chiedici informazioni rispetto alla tua qualifica e ti daremo il modulo di autocertificazione di esenzione da presentare.

Cosa si rischia a lavorare in nero senza l’agibilità?

La circolare Enpals n°10 del 26/07/2007 che recepisce il il decreto legge n. 223/2006 prevede “precisi obblighi di formalizzazione documentale del rapporto di lavoro da parte del committente” anche verso un artista a prescindere dalla natura giuridica – subordinata, autonoma o parasubordinata – del rapporto di lavoro. Per cui è sanzionabile l’impiego di soggetti sconosciuti all’Enpals, in quanto non risultanti dalla denuncia di assunzione del lavoratore dipendente né dal certificato di agibilità ove richiesto. Sono previste per il committente sanzioni amministrative (da 1.500 a 12.000 €) e sanzioni civili connesse all’omesso versamento dei contributi riferiti a ciascun soggetto (lavoratore dipendente, parasubordinato o autonomo) per il quale sia accertata l’irregolare costituzione del rapporto di lavorocivili (minimo 3000 €)

Perché è importante far valere i propri diritti di professionisti?

Perché i contributi previdenziali spettano per diritto ad ogni lavoratore, anche a quello dello spettacolo a prescindere dalla sua tipologia di lavoratore ed i datori di lavoro sono obbligati a pagarli. Ogni 120 agibilità (giornate lavorate) scatta l’anno di contribuzione che ti permette di scalare un’annualità dal numero necessario per andare in pensione a prescindere dal lavoro che tu fai. Quando ci andrai farai il cumulo anche di questi contributi versati che non vanno assolutamente persi.

Quant’è l’aliquota contributiva e chi la paga?

L’aliquota contributiva è il 33% dell’imponibile (33 € ogni 100 €) e la pagano il datore di lavoro 23,81 € e il lavoratore 9,19 €. Per i ballerini l’aliquota sale al 35,70 %.

Quanto costa avere l’agibilità?

Il costo di un’agibilità è dato dai contributi più la commissione che Vinylistic chiede per poter emettere il certificato e versare i contributi tramite F24 bancario mensile cumulativo per tutti gli associati. Consulta il nostro Listino Prezzi per i servizi agibilità INPS (anno 2016)

Chi è responsabile in caso di controlli?

Vinylistic è responsabile per le informazioni date dai propri associati al momento dell’emissione dell’agibilità secondo il regolamento operativo e assolutamente non si assume nessuna responsabilità nei confronti di dichiarazioni mendaci eventualmente effettuate dagli associati in sede di controllo da parte degli enti preposti.

Vinylistic è un’agenzia che trova serate?

Vinylistic non è un’agenzia, il consiglio sta valutando di aprire un’agenzia correlata data la grande domanda di questo tipo di servizio da parte degli associati. Al momento molti locali chiedono informazioni a noi sugli artisti per cui può capitare che qualche serata sia veicolata anche attraverso Vinylistic, ma non è una certezza.

Qual è il sogno di Vinylistic?

Ascoltare gli artisti e le istituzioni, capire il momento, adattarsi ai cambiamenti per essere sempre pronta a dare risposte, progetti e soluzioni a tutti i soggetti dell’intrattenimento che vorranno investire nella musica con professionalità e vera imprenditorialità. Non abbiamo limiti ed il grande e ampio consenso ci da molta forza nel cercare di diventare un punto di riferimento nel quale gli artisti si sentano tutelati e allo stesso tempo rappresentati verso le istituzioni, entusiasti di fregiarsi della nostra appartenenza.

Posso usare il logo dell’associazione come patrocinio per i miei eventi?

Certamente, se un evento pubblico o privato sposa i principi fondanti e persegue i nostri scopi dello statuto, puoi utilizzare liberamente il nostro logo che trovi nella sezione download. Facci avere alla nostra mail info@vinylistic.it il flyer, foto o rassegna stampa dell’evento che metteremo a disposizione di tutti. Vinylistic siamo tutti noi, ognuno può portare alto e far conoscere il nostro modo di fare intrattenimento serio e professionale.

Posso accettare il voucher INPS per il pagamento? 

Nonostante le leggi precedenti in materia di lavoratori dello spettacolo INPS Ex-Enpals dicano il contrario, Inps con Parere n. 23 del 31 gennaio 2014 ha ammesso la possibilità di utilizzo dei voucher anche a tali lavoratori nonostante l’aliquota contributiva (13%) sia molto inferiore a quella prevista di legge per tali lavoratori (33%) e gli stessi vadano assoggettati alla gestione separata e non al fondo pensione dello spettacolo escludendone il cumulo futuro. I buoni-lavoro sono strumenti che regolano il lavoro occasionale -massimo 5020 € netti annuali – nati per contrastare il lavoro nero e possono essere accettati per massimo 2020 € netti annuali per ogni committente. Il voucher dev’essere richiesto dal committente che non necessiterà dell’agibilità per il lavoratore.

Il consiglio direttivo di Vinylistic sconsiglia dunque ai propri associati tali strumenti in quanto riduttivi dei diritti spettanti ai lavoratori stessi e non cumulabili a livello contributivo.

1 comment

  1. antonio - 19 maggio 2013 20:17

    Sono stato molto contento di aver trovato questo sito. Voglio dire grazie per il vostro tempo per questa lettura meravigliosa! Io sicuramente mi sto godendo ogni post e ho gi